Contro gli abusi sui minori, un manifesto visibile solo ai bambini

Contro gli abusi sui minori, un manifesto visibile solo ai bambiniCreato da una fondazione spagnola, è stato realizzato un manifesto che, ad altezza d’uomo, raffigura  il viso di un bambino triste. Accanto lo slogan: «A volte gli abusi sui minori sono visibili solo dai bambini che li subiscono», al di sotto dei 135 centimetri, dunque ad altezza di bambino, presenta il viso tumefatto del ragazzino, il numero verde da chiamare in caso di violenze e abusi e il messaggio: «Se qualcuno ti fa del male, chiamaci e ti aiuteremo».

Creativa e molto efficace, lo speciale manifesto, realizzato dalla fondazione spagnola Anar (Ayuda a Niños y Adolescentes en Riesgo) che si occupa di aiutare i bambini e gli adolescenti in difficoltà, adopera uno strumento di comunicazione molto speciale, un mezzo che trasmette agli adulti un preciso messaggio umanitario ed un’ altra speciale informazione ben visibile ai più piccoli, ma “invisibile” agli adulti.

Il trucco sta nell’altezza di chi guarda e dunque nel particolare angolo di visuale che consente, a coloro al di sopra dei 135 cm, di percepire un messaggio umanitario contro la violenza sui minori, mentre a quelli al di sotto di tale misura, specifica normalmente di bambini sotto i 10 anni, di vedere il viso di un bambino oggetto di violenza con la sollecitazione a chiamare un preciso numero telefonico per avere aiuto.

Il poster è stato ideato per consentire a quei bambini che subiscono violenza e che si trovano ad essere portati per strada dal violentatore, di essere informati di una possibile via d’uscita dalla loro situazione.

La tecnica usata per la realizzazione del manifesto è nota come fotografia lenticolare, quella impiegata, per esempio, per realizzare le figurine che cambiano aspetto a seconda di come si girano, spiega il blog PetaPixel.

Il principio è lo stesso utilizzato anche per i display 3D senza occhialini.

La campagna che ha portato alla realizzazione dello speciale poster, è stata realizzata dall’agenzia pubblicitaria Grey in Spagna.

Il video pubblicitario del particolare oggetto è stato pubblicato su YouTube ed ha già destato grande attenzione e riscosso numerosi consensi.Ciò che è per un adulto è solo un semplice cartellone appeso alla fermata dell’autobus dunque, può diventare, per i bambini, una piccola salvezza che diventa, nel caso in cui si trovino per strada, proprio in compagnia di chi li maltratta, un messaggio amico che potrebbe consente loro di essere salvati.

Sembra incredibile, ma gli abusi sui bambini, anche nel nostro paese,  stanno diventando sempre più frequenti, è quanto detto dall’organizzazione di cooperazione internazionale Terre de Hommes, sulla base dei dati raccolti dalle forze dell’ordine in Italia.

La fondazione racconta che nel corso del 2011, si sono verificati 5.000 casi di abusi, violenze e  maltrattamenti sui minorenni, di questi nel 61% dei casi si tratta di bambine.

Da Una vita sottile

I commenti sono chiusi