Le società sportive a fianco dei disabili

Le società sportive a fianco dei disabiliPresentata la manifestazione che si svolge giovedì 12 marzo. L’idea è partita da Veterans, Grosseto volley e Skeep.

GROSSETO. Grosseto, è stata nel tempo sempre molto partecipe e vicina a coloro che si sono dedicati alla solidarietà e al sociale. Ma mai come in questa occasione si erano ritrovate tante società delle varie discipline sportive insieme alle associazioni di volontariato, unite per organizzare la prima edizione di “Sport Insieme” giovedì 12 marzoal palazzetto dello sport di via Austria dalle ore 15 alle 17. La manifestazione voluta e ideata dalle società Veterans e Cudere Grosseto, Grosseto Volley, Invictavolleyball e Associazione Skeep è stata presentata in una conferenza stampa al centro commerciale Aurelia Antica, sponsor dell’evento.

Presente anche l’amministrazione comunale che vista l’importanza ha dato il suo patrocinio, con il vice sindaco e assessore allo sport Paolo Borghi e l’assessore alle politiche sociali, Antonella Goretti. «Lo sport non ha soltanto lo scopo della prestazione agonistica – commenta il vice sindaco Borghi – Lo sport deve avere anche la capacità di accogliere chi ha difficoltà di diverso tipo. Lo sport è sopratutto solidale e sociale e deve abbattere le barriere e per questo l’amministrazione comunale ha voluto appoggiare l’iniziativa».

«Manifestazioni di questo tipo ci servono tantissimo – aggiunge l’assessore Goretti – Ho tanti esempi di ragazzi “speciali” che facendo sport hanno migliorato la loro vita. Ho visto la loro felicità e lo stare bene con le altre persone. Ben vengono giornate come questa che li vedano coinvolti e che vedono tante società sportive e associazioni di lavorare fianco a fianco». Il general manager dei Veterans Massimo Felicioni ha ricordato anche la partecipazione importante della scuola, rappresentata dal prof. Fabio Massai: «Noi abbiamo deciso di metterci insieme con le nostre discipline e attività, proprio per cercare di superare quelle barriere anche di tipo psicologico e insieme regalare e regalarci dei momenti importanti di gioco e di gioia». «Questo è lo spirito di questa iniziativa, che per il momento è solo a livello comunale, ma che in futuro potrebbe diventare a livello provinciale», ha spiegato Felicioni.

Lo scopo di “Sport Insieme” è quello di fare giocare e divertire i ragazzi con disabilità insieme ai normo dotati. Non solo, ma per questo evento sono state superate anche le barriere tra società e società e tra associazione e associazione e avere una comunicazione migliore. Grosseto a livello di disabilità è una delle migliori in Italia sotto l’aspetto sportivo. “Sport Insieme” è una prova generale per dare il via ad una manifestazione che diventi sempre più importante.

Da Redazione

I commenti sono chiusi