Vietato fumare in auto se ci sono minori, è legge

Vietato fumare in auto se ci sono minori, è leggeIl Parlamento inglese ha varato una legge, che entrerà in vigore a partire dal prossimo primo di ottobre, che prevede una multa di 50 Sterline, all’incirca 65 euro, per chi verrà sorpreso a fumare in macchina in presenza di bambini.

Già nel mese di dicembre la ministro della Salute del governo italiano, la signora Lorenzin, aveva annunciato una serie di inasprimenti nella disciplina sul fumo, tra cui era compreso il divieto di fumare nella macchina in presenza di bambini. Ora la legge inglese, appena emanata, prevede che il divieto scatti se si fuma in presenza di soggetti sotto i 18 anni e la normativa si applica ai veicoli privati chiusi, ma non per chi guida da solo. La ministro per la Salute inglese ha spiegato che ci sono circa tre milioni di bambini che vedono la loro salute messa a rischio essendo esposti al fumo passivo in auto.

Ha poi aggiunto che “molti di loro si sentono in imbarazzo o hanno paura di chiedere gli adulti a smettere di fumare, ed è per questo motivo che le norme sono un passo importante per proteggere i bambini dai danni del fumo passivo”. La legge, appena approvata a larghissima maggioranza dal Parlamento è simile a quella già in vigore nel Galles e tra pochi giorni verrà approvata anche in Scozia. Normative simili sono in vigore in alcuni stati americani, tra cui la California, e in varie regioni del Canada e dell’Australia. Secondo la “British Lung Foundation” più dell’80% del fumo di seconda mano contiene tossine che causano il cancro, e che esse sono più concentrate nei confini di una vettura, ed i bambini sono più suscettibili agli effetti nocivi perché i loro polmoni sono più piccoli, respirano più velocemente ed hanno un sistema immunitario meno sviluppato.

La British Heart Foundation ha accolto con molto favore la promulgazione della legge ricordando che settimanalmente ci sono più di 430.000 bambini esposti al fumo passivo in auto, ed augurandosi che il Parlamento emani altre norme per scoraggiare i giovani fumatori. Così come nel Parlamento inglese e ci sono stati 74 voti contrari alla promulgazione della legge, anche Simon Clark, direttore del gruppo dei fumatori “Forest”, ha detto che la legge è eccessiva, ed ha dichiarato che “La stragrande maggioranza dei fumatori sa che è sconsiderato fumare in una macchina con i bambini e loro non lo fanno. Non hanno bisogno dello Stato che attraverso le leggi gestisca la loro vita”.

Secondo Clark “La polizia non sarà in grado di far rispettare la legge, ed il governo avrà bisogno di un piccolo esercito di spioni per segnalare le persone che contravvengono alla legge”. I gruppi invece che supportano questa legge, e le leggi che tendono a impedire di fumare in luoghi pubblici, fra i quali da oggi in Inghilterra sarà compresa anche la vettura, hanno ricordato ciò che il fumo passivo comporta e da cosa è composto. Il fumo può rimanere in aria fino a due ore e mezza, anche con una finestra aperta e questo vale anche in piccoli luoghi chiusi, come le automobili. Il fumo passivo contiene più di 4000 sostanze chimiche, alcune delle quali sono note per essere causa di cancro polmonare. L’esposizione al fumo di seconda mano, infine, è stata fortemente legata a infezioni polmonari, asma, problemi dell’orecchio e morte in culla nei bambini.

Fonte Vita di Donna

I commenti sono chiusi