Sesso, per i maschi è una priorità: lo rivelano i “misteriosi neuroni”

Sesso, per i maschi è una priorità: lo rivelano i "misteriosi neuroni"Studio su Nature: cellule trovate nel cervello di un verme funzionano come un campanello che ricorda l’urgenza dell’accoppiamento.

“MISTERIOSI neuroni dei maschi”: sono state chiamate proprio così, “Mcms” (dall’inglese Mystery cells of the male), le cellule nervose che nei maschi rendono il sesso una priorità e fanno parte della differenza biologica tra il cervello maschile e quello femminile. Descritta sulla rivista Nature, questa classe specifica di cellule neurali maschile è stata individuata per la prima volta nel cervello di una vecchia conoscenza dei genetisti, il minuscolo verme Caenorhabditis elegans. Vista la sua semplice composizione anatomica (ha solo 385 neuroni) viene utilizzato per la ricerca da genetisti e biologi perché i suoi meccanismi cellulari interni possono essere comparati a quelli che avvengono nel corpo umano ad un livello base. E queste “cellule misteriose” hanno svelato una sorpresa: si sviluppano nel cervello del verme in un modo simile allo sviluppo cellulare che avviene in quello umano. Molto più simile di qualsiasi altra cellula studiata finora nei vermi, quindi saranno utilissime per la ricerca.

Scoperte da un gruppo internazionale coordinato da Arantza Barrios, dell’University College di Londra, queste cellule “misteriose” sono uniche e sono sfuggite finora all’analisi di laboratorio: di derivazione gliale (cellule che costituiscono il sistema nervoso insieme ai neuroni), si sviluppano con la maturità sessuale e funzionano come un campanello d’allarme che costantemente ricorda al maschio che le esigenze legate al sesso sono prioritarie, tanto che durante l’accoppiamento fanno passare in secondo piano perfino l’esigenza di mangiare.

Come il cromosoma Y è unico nel genoma maschile, i neuroni appena individuati sono esclusivi del cervello dei maschi e sono la chiave che spiega le differenze nell’apprendimento e nelle abilità cognitive rispetto alle femmine. “Abbiamo dimostrato come le differenze genetiche e quelle nello sviluppo tra i due sessi siano legate a cambiamenti strutturali nel cervello che avvengono durante la maturità sessuale”, osserva Barrios. “Questi cambiamenti – ha aggiunto – fanno sì che il cervello maschile funzioni in modo diverso, rendendo i maschi più inclini a ricordare gli incontri sessuali avuti in passato e a considerare il sesso una priorità”.

Fonte: repubblica.it

I commenti sono chiusi