Umbria: Adoc, animali salvati da negligenza aiutano disagiati

Umbria: Adoc, animali salvati da negligenza aiutano disagiatiPerugia, 10 set – ”Parte dall’Umbria il primo progetto in Italia in cui animali salvati dalla negligenza umana aiutano gli umani a superare il proprio disagio”. E’ l’annuncio del presidente di Adoc Umbria, Angelo Garofalo, promotore insieme alla Scuderia Unicorno, provincia di Perugia e comune di Corciano di un progetto per il sostegno delle persone vittime di stalking, mobbing, ludopatia e, in genere, disagio sociale. La convinzione che un animale porti giovamento in una situazione di disagio fisico o mentale si diffuse gia’ nell’antica Grecia – sottolinea Garofalo in una nota – una intuizione validata scientificamente solo sul finire degli anni 60, grazie agli studi di BorisLevinson, un neuro psichiatra infantile che noto’ grandi miglioramenti in un bambino autistico che interagiva con il suo cane.

L’Attivita’ Assistita da Animali (A.A.A.), puo’ aiutare a uscire dal disagio sociale e recuperare o migliorare la propria autostima, si legge ancora, ben consapevoli che non ci si puo’ sostituire alla medicina tradizionale. Interventi di questo tipo possono supportare le terapie prescritte dalle figure professionali di riferimento e, pertanto, l’11 settembre Adoc e i suoi partner presenteranno l’iniziativa corredata da materiale fotografico in un incontro previsto nella sede della provincia di Perugia. Oltre al presidente dell’ente Marco Vinicio Guasticchi, tra gli altri, Luisa Belletti, esperta di equitazione integrata.

Fonte ASCA

I commenti sono chiusi