Superabile a Berlino, confronto con le migliori pratiche tedesche

Superabile a Berlino, confronto con le migliori pratiche tedescheDopo l’incontro di Bruxelles dello scorso luglio, nuova occasione di confronto a livello europeo per il nostro contact center: nella capitale tedesca una delegazione incontrerà esperti di disabilità e infortuni sul lavoro fra cui parlamentari e rappresentanti dell’Inail tedesco.

ROMA – Un confronto diretto con le migliori pratiche messe in campo in Germania nel settore delle politiche sulle disabilità: è quello che attende il nostro contact center integrato SuperAbile a Berlino il prossimo 7 novembre. Appuntamento che segue di qualche mese quello già realizzato a Bruxelles nello scorso mese di luglio.

L’incontro, che verterà su “Idee, buone pratiche e proposte europee a confronto per il reinserimento delle persone con disabilità” si terrà presso gli uffici berlinesi della Fes (Friedrich-Ebert-Stiftung), fondazione nata nel 1925 come eredità politica del primo presidente tedesco eletto democraticamente. La missione della FES, che s’impegna a rispettare i principi nonché i valori basilari della democrazia sociale, può essere riassunta in quattro punti fondamentali: la cultura democratica, l’innovazione e la partecipazione, la coesione sociale ed infine la globalizzazione solidale. Nella sede della fondazione sarà possibile incontrare, per la delegazione di SuperAbile, i rappresentanti dell’Hvgb, Istituto omologo all’Inail in Germania, oltre che parlamentari ed esponenti delle istituzioni che si occupano di disabilità ed infortuni sul lavoro nonché i rappresentanti del volontariato e del terzo settore.

Della delegazione di SuperAbile faranno parte Maurizio Marotta, presidente del Consorzio Sociale COIN e capofila del RTI gestore di SuperAbile; Guido Bolaffi, direttore responsabile di “Wrella società West che cura il canale “Qui Europa” del sito; Daniela Orlandi, architetto, responsabile del canale “Senza barriere” del portale SuperAbile.it. Con loro, a rappresentare l’Inail, ci saranno Margherita Caristi, responsabile del processo “Indirizzo, coordinamento e monitoraggio servizio sociale. Progetti per il reinserimento”, e Maria Pedroli responsabile del processo “Linee di sviluppo riabilitazione, protesica e reinserimento” della Direzione Centrale Riabilitazione e Protesi.

Lo scorso 9 luglio il RTI aveva incontrato a Bruxelles alcuni rappresentanti della Commissione Europea ed alcuni parlamentari nonché esponenti del Forum Europeo delle persone con disabilità ed il Direttore dell’ESIP (European Social Insurance Platform). In quella circostanza furono illustrate le tematiche e gli obiettivi del servizio SuperAbile per condividere l’esperienza sinora maturata, e, nel contempo, si ebbe modo di acquisire elementi informativi sulle principali questioni dell’agenda comunitaria in tema di riabilitazione. Già allora si ipotizzò l’organizzazione di un successivo incontro a Berlino, città alla quale la Commissione europea ha assegnato il premio 2013 quale città europea più accessibile.

Fonte INAIL

I commenti sono chiusi