ott 27

La riforma della scuola: cosa cambia per gli studenti

La riforma della scuola: cosa cambia per gli studentiLa riforma Giannini, molto complessa e articolata, riguarda i piani di studi, i contratti degli insegnanti, i poteri dei dirigenti scolastici e i piani di investimento.

Vediamo, però, come cambia la scuola dal punto di vista degli studenti, a partire dal rafforzamento Continua a leggere

set 26

Cacciato da scuola perché porta il piercing

Cacciato da scuola perché porta il piercingI compagni e gli insegnanti lo descrivono come un ragazzo sempre educato e non troppo indisciplinato. Ma per la preside, Mattia Carbini non può sedere sui banchi dell’istituto alberghiero di Arzachena (Olbia). Per una ragione che ha stupito tanti: in questa scuola sono vietati i piercing. E il diciottenne (studente del quarto anno Continua a leggere

set 15

Tecnologia a scuola, Ocse: se è troppa, peggiora l’apprendimento

Tecnologia a scuola, Ocse: se è troppa, peggiora l’apprendimentoGli esperti: servono qualità e preparazione degli insegnanti. Nelle scuole italiane un computer ogni 4,1 studenti. I 15enni italiani navigatori assidui, ma «perdono la rotta».

Il computer a scuola non basta, e se è troppo fa danni. Lo dicono i dati Continua a leggere

mar 26

Riforma della scuola: i punti centrali del Disegno di Legge nel testo definitivo

Riforma della scuola: i punti centrali del Disegno di Legge nel testo definitivoAutonomia scolastica e valorizzazione dell’offerta formativa, organico per l’attuazione dei piani triennali dell’offerta formativa, misure per la sicurezza e la valorizzazione degli edifici scolastici, agevolazioni fiscali per erogazioni in favore degli istituti del sistema nazionale di istruzione: in questi punti chiave si individuano Continua a leggere

feb 25

Stazione spaziale, Astrosamantha parlerà con gli studenti

 Stazione spaziale, Astrosamantha parlerà con gli studentiLa nostra Samantha Cristoforetti è inarrestabile e non si prende un attimo di pausa, sempre connessa col nostro pianeta nonostante ne sia lontana diverse migliaia di chilometri. Nelle scorse settimane ha partecipato al programma Che Tempo Che fa di Fabio Fazio, dove si è prestata persino a piroettare in area Continua a leggere

feb 18

Stop a razzismo e discriminazioni: è partita la campagna Unar

Stop a razzismo e discriminazioni: è partita la campagna UnarStop alle discriminazioni con la campagna dell’Unar, l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della presidenza del Consiglio dei ministri, intitolata “Spegni le discriminazioni, accendi i diritti”.
Tramite il Contact Center Unar, numero verde 800 901 010 e il sito, chi si sente discriminato per origine etnica, Continua a leggere

gen 30

Uno studente su cinque ha alzato le mani su una donna

Uno studente su cinque ha alzato le mani su una donnaUno studente su cinque ha ammesso in un sondaggio di Skuola.net di aver alzato le mani su una ragazza. A scuola sembra che questa tematica venga affrontata ancora troppo poco. Infatti, il 45% dei ragazzi racconta di non aver mai toccato l’argomento fra i banchi di scuola, né con i coetanei né con i suoi Continua a leggere

gen 27

Emergenza bullismo: non sono cambiati i ragazzi, ma i loro genitori

Emergenza bullismo: non sono cambiati i ragazzi, ma i loro genitoriLo sostengono le autrici di un volumetto dal titolo emblematico, Il bullismo (non) esiste? (edizioni la rondine), che affronta il tema da un punto di vista insolito, fornendo spunti di riflessione e consigli a docenti e genitori.

Le situazioni di bullismo vengono qui rappresentate Continua a leggere

ott 16

L’evoluzione dell’insegnante di sostegno, Dario Ianes: “più normalità e più competenza tecnica”

L'evoluzione dell'insegnante di sostegno, Dario Ianes: "più normalità e più competenza tecnica"In Trentino avviato il secondo anno di sperimentazione del “sostegno evoluto”: “peer tutor” specializzati lavorano con continuità insieme a insegnanti di sostegno e curriculari. “La formazione vera deve cambiare le prassi”. A colloquio con Ianes che a questa “rivoluzione” Continua a leggere

mag 28

Scuola e umanità vera dovrebbero essere sinonimi

Scuola e umanità vera dovrebbero essere sinonimiE invece spesso non accade, come racconta Rosa Mauro, madre di un ragazzo con autismo i cui docenti, in barba alle leggi e ad ogni esigenza di tutela e di non discriminazione, non hanno ancora deciso se fargli svolgere gli esami. «Spero ancora – scrive Mauro – che faranno la cosa giusta, per loro, ancor prima che per mio figlio, perché una Continua a leggere