dic 18

Brescia, trova in casa ladro albanese, spara e lo uccide: tutto il paese di Serle difende Mirko

Brescia, trova in casa ladro albanese, spara e lo uccide: tutto il paese di Serle difende MirkoNon si arrestano le polemiche dopo la tragedia del paese in provincia di Brescia. Gli inquirenti ipotizzano l’omicidio volontario. Ma la comunità è tutta in difesa del meccanico che ha sparato.

Brescia, trova in casa ladro, spara e lo uccide. È polemica. L’omicidio è avvenuto a Serle, in provincia di Brescia Continua a leggere

dic 13

La protesta cosiddetta “dei Forconi” o del “Coordinamento 9 dicembre”, anche a Fano.

La protesta cosiddetta “dei Forconi” (o del “Coordinamento 9 dicembre”) anche a Fano.La miccia si è accesa, ed ora la protesta cosiddetta “dei Forconi”, o del “Coordinamento 9 dicembre”, dilaga anche a Fano. In questi giorni vi sono dei presidi da parte dei cittadini, privi di colori politici ma uniti nei  principali valori fondanti di una comunità che si chiama Italia. Continua a leggere

dic 05

Dal Governo via libera al nuovo ISEE: sarà operativo in primavera

Dal Governo via libera al nuovo ISEE: sarà operativo in primaveraROMA – Dalla maternità al diritto allo studio, dalla povertà alla casa, sono diversi gli ambiti di applicazione del nuovo indicatore della situazione economica equivalente, ovvero Isee, il cui decreto (è un Dpcm) è stato firmato oggi dal presidente del Consiglio dei ministri, Enrico Letta e presentato in conferenza stampa con il ministro del Lavoro Continua a leggere

dic 03

Il 21 per cento delle famiglie con componenti disabili è a rischio impoverimento

Il 21 per cento delle famiglie con componenti disabili è a rischio impoverimentoAlla vigilia della Giornata internazionale, un’elaborazione dei dati Istat sulle condizioni di vita evidenzia una forbice tra famiglie con e senza disabilità: la povertà minaccia il 21% delle prime e il 18% delle seconde. Differenza più marcata al Nord (4%), dove però le condizioni migliorano. Continua a leggere

nov 26

“Decine di milioni di euro”: le rette non versate alle strutture assistenziali

"Decine di milioni di euro": le rette non versate alle strutture assistenzialiSono quelle che accolgono anziani e disabili. Conseguenze non solo economiche, ma anche sociali, con contenziosi che durano anche 10 anni. Ma in nessun caso può essere interrotto un servizio essenziale. Intervista all’avvocato Massimiliano Gioncada. Continua a leggere

nov 15

Ocse: “I manager pubblici italiani i più pagati al mondo”

Ocse: "I manager pubblici italiani i più pagati al mondo"I nostri manager pubblici guadagnano il triplo rispetto alla media dei paesi Ocse. E’ quanto emerge dal rapporto comparativo presentato in Francia, rapporto che passa sotto la lente anche tempi della giustizia, fiducia nelle istituzioni e molto altro.

I dirigenti della Continua a leggere

nov 12

Nelle RSA si muore prima: meglio l’assistenza domiciliare

Nelle RSA si muore prima: meglio l'assistenza domiciliareL’analisi di Maria Giulia Marini (Istud) sul progetto del Comitato 16 novembre: “Restare in casa dà vantaggi qualitativi oggettivi, ma manca una vera valutazione”. Gli over 90 muoiono 6 mesi prima nelle Rsa, per gli over 65 accelerazione della morte fino a 10 anni.

ROMA Continua a leggere

nov 08

“Caretoy”, al via la sperimentazione di “giocattoli intelligenti” per i bimbi prematuri

"Caretoy", al via la sperimentazione di "giocattoli intelligenti" per i bimbi prematuriFacilitano lo sviluppo neuropsichico a domicilio dei nati pre-termine. I prototipi contengono sensori in grado si trasmettere dati allo staff clinico-riabilitativo che potrà monitorare a distanza i progressi. Il 10-15 % delle gravidanze si conclude prima del termine.

ROMA – Comincia Continua a leggere

ott 30

Cure domiciliari, “mettono d’accordo tutti ma incontrano resistenze. E non mancano le criticità”

Cure domiciliari, "mettono d'accordo tutti ma incontrano resistenze. E non mancano le criticità"“Emozionante e praticabile” il modello proposto dal “Comitato 16 Novembre” nel progetto “Restare a casa”: è il parere di Guido Matucci, esperto di “homecare”. “Il coinvolgimento del caregiver familiare è fondamentale. Stupendo sarebbe un salario per questi eroi”.

ROMA – Il progetto Continua a leggere