Nuoro, sei cuccioli uccisi con le pietre e a bastonate

Nuoro, sei cuccioli uccisi con le pietre e a bastonateL’Enpa presenta denuncia e scattano le indagini della polizia. Le ricerche puntano su immagini riprese da telecamere stradali.

Nuoro, 20 aprile 2013 – Erano nati poco meno di un mese, ma questo non ha fermato la mano criminale che ha stroncato la loro vita. Uno dei cagnolini è stato ucciso a colpi di pietra, due in modo altrettanto brutale – a bastonate – degli altri tre si è persa ogni traccia ed è verosimile che anch’essi siano stati uccisi. Gli animali, tutti trovatelli, erano seguiti dalla Sezione Enpa di Nuoro che stava facendo il possibile per farli adottare, tanto che per due di loro l’adozione era molto vicina.

Purtroppo, però, non conosceranno mai il calore di una famiglia. <Non è giusto che sia finita così – racconta Maria Paola Boneddu, responsabile della Protezione Animali nuorese -. Stavamo seguendo quei cagnolini da un po’ di tempo. Chiunque arrivi ad uccidere animali innocenti in questo modo, per pura cattiveria, può fare qualunque cosa. Faremo l’impossibile per assicurare alla giustizia l’autore o gli autori di tale crimine>.

<Noi – prosegue Boneddu – stavamo accudendo i cuccioli con l’intento di toglierli al più presto dalla strada. Mi chiedo chi possa essere stato capace di un gesto così crudele e gratuito>. Naturalmente, l’Enpa di Nuoro ha denunciato l’accaduto alla polizia, che, per risalire ai responsabili del massacro, starebbe analizzando i filmati di alcune telecamere sistemate nei pressi del luogo della feroce aggressione.

Dal canto suo, la presidente della Protezione Animali nuorese chiede una pena esemplare per chi si è macchiato di un gesto così efferato, preannunciando che l’associazione è pronta anche a costituirsi parte civile. <Questi criminali – conclude Boneddu – non la devono passare liscia>.

Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net

Da EMPA

I commenti sono chiusi